Ricostruzione del pene

RICOSTRUZIONE PLASTICA DEL PENE

In pazienti con lichen sclerosus dei genitali

Il paziente con Lichen Sclerosus dei genitali presenta varie problematiche in rapporto allo stadio della malattia.

Stadio I: coinvolgimento del prepuzio
Stadio II: coinvolgimento prepuzio e glande
Stadio III: coinvolgimento prepuzio, glande e uretra
Stadio IV: lesioni pre-cancerose o cancerose del glande

- PROBLEMA CUTANEO: il prepuzio presenta lacerazioni, aree sclerotiche. Il paziente riferisce bruciore e prurito.

- PROBLEMA URINARIO : quando è presente si manifesta con sintomi di ostruzione urinaria

- PROBLEMA SESSUALE: spesso il paziente riferisce bruciore/dolore durante i rapporti sessuali, a causa di lacerazioni che si creano sul prepuzio e sul glande. Quando il lichen sclerosus interessa anche l’uretra si possono manifestare disturbi dell’eiaculazione e dell’erezione. Il fastidio e il dolore causano al paziente una diminuzione del desiderio sessuale

- ASPETTO ANOMALO DEI GENITALI: la malattia determina una cicatrizzazione dei tessuti, con alterazione della sensibilità del glande e del pene. Le notevoli alterazioni cicatriziali deturpano l’aspetto estetico del pene e possono influire negativamente sulla funzione sessuale (cicatrizzazione massiva dei tessuti, con scomparsa del glande, del solco balanico e fusione dei tessuti) fino a volte ad impedire l’atto sessuale stesso. Spesso il paziente riferisce anche un coinvolgimento psicologico negativo in riferimento al discomfort dei genitali.

ricostruzione del pene affetto da lichen sclerosus
chirurgia ricostruttiva pene lichen sclerosus
plastica del pene con lichen sclerosus
chirurgia plastica del pene

La chirurgia in questi pazienti non è facile, perché i tessuti risultano fusi tra loro e mancano i piani di clivaggio tra gli strati cicatriziali e le parti che possono essere risparmiate.

Noi tendiamo sempre ad una chirurgia conservativa, risparmiatrice dell’organo, che garantisca comunque l’asportazione totale dei tessuti affetti dalla malattia, e che al tempo stesso assicuri un aspetto estetico quanto più simile all’organo sano.

A volte è necessario utilizzare dei trapianti di cute prelevata dalla coscia per sopperire alla mancanza di cute sana.

Dott.ssa Elisa Berdondini - specialista urologia - patologie dell'uretra - Torino P.iva 02099720399

Cookies Policy | Privacy Policy